FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale > Sondaggi
Visualizza i risultati del sondaggio: In quale delle due opzioni vi rivedete meglio sull'origine della vostra sociofobia?
Qualunque cosa fosse accaduta sarei stato fobico, ce l'ho nel dna 6 17.14%
Le circostanze sono state decisive nel diventare fobico, di base sò socializzare, mi sarei integrato 29 82.86%
Chi ha votato: 35. Non puoi votare questo sondaggio

Rispondi
 
Vecchio 17-05-2017, 16:52   #1
Esperto
L'avatar di Crystal
 

predefinito Ci sei, o ci sei diventato?

Il quesito è questo, siete nati fobici e quindi lo avevate scritto nel dna che sareste stati animali solitari e non di gruppo oppure senza traumi vari, insegnamenti errati, schemi disfunzionali sareste diventate persone normali, magari non estroverse e pro-social, ma sicuramente non con l'allergia alla socializzazione? Per dirla in soldoni, la colpa principale è di madre natura e della sfiga, o degli altri?

Per quanto mi riguarda credo che i comportamenti dei miei genitori nei miei confronti mi abbiamo fatto alzare a livelli di pericolo l'attenzione ai giudizi degli altri, unitamente al fatto che mi piaceva anche star da solo (ma non disdegnavo la compagnia) e che ero un bambino che pendeva dalle labbra dei miei genitori, cercavo sempre il loro appoggio e la loro approvazione, ero soddisfatto se i miei lo erano per qualcosa che facevo io (anche piccola), ogni sbavatura, dubbio, oppure commento negativo altrui veniva ampliato negativamente dal sottoscritto in maniera esponenziale, la paura era paragonabile alla sofferenza di un lutto....così è nata in me, non l'avevo scritta dentro me l'ha attaccata la vita perché me la sono fatta attaccare e le circostanze hanno fatto il loro lavoro su di un bambino caratterialmente debole, introverso e troppo sincero e buono.
Dunque voto la 2.

Ultima modifica di Crystal; 17-05-2017 a 16:57.
Vecchio 17-05-2017, 16:54   #2
Esperto
L'avatar di claire
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

non lo so, non mi è dato scoprirlo.
Di certo i problemi famigliari e sociali che ho avuto bastano a giustificare la fs.
Vecchio 17-05-2017, 17:00   #3
Esperto
L'avatar di Dominic
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Domanda da 1 milione di dollari. So tentato di rispondere che mi sarei integrato.
Vecchio 17-05-2017, 17:00   #4
Esperto
L'avatar di Crystal
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Quote:
Originariamente inviata da Dominic Visualizza il messaggio
Domanda da 1 milione di dollari. So tentato di rispondere che mi sarei integrato.
Che non ti darò
Ma mi fà piacere se voti
Vecchio 17-05-2017, 17:02   #5
Esperto
L'avatar di Myway
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Decisamente la 2 nel mio caso...con un'altra famiglia e/o un posto diverso in cui vivere e/o qualche situazione favorevole con l'altro sesso nei primi 20-25 anni , le cose sarebbero state diverse, non sarei mai stato un estrofigaccione, ma a livello normalone o forse qualcosina in più ci sarei arrivato .
Vecchio 17-05-2017, 17:05   #6
Avanzato
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Credo metà derivi da come ti fanno conoscere/conosci il mondo da piccolo, e metà dal carattere.

Un po' come i cani da guardia, se entrambi i genitori hanno evidenti problemi comportamentali con molte probabilità il figlio non sarà uno stinco di santo, poi li puoi levigare con l'educazione.
Vecchio 17-05-2017, 17:05   #7
Avanzato
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Ho sempre preferito la solitudine, fin dalla più tenera età, forse la tendenza si è acuita col progredire della vita, ma di base ci sono nato, come mio padre d'altra parte
Vecchio 17-05-2017, 17:11   #8
Esperto
L'avatar di ocelot83
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Vedendo come sono i miei fratelli, senza dubbio sono nato così
Vecchio 17-05-2017, 17:17   #9
Esperto
L'avatar di Gp6991
 

predefinito

La principale causa dei miei problemi è il fatto che terminate le scuole elementari, dove avevo diversi amici e anche molte amiche, non ho ingranato la marcia successiva e ho visto i coetanei diventare adolescenti, con conseguente cambio di abitudini ed interessi. Ovviamente l'isolamento è stato graduale, fino ai 16-17 anni ancora avevo un piccolo numero ma di amici veri. La cosa è andata scemando fino a quando ho smesso di avere rapporti extrascolastici (a scuola continuavo invece ad avere buoni rapporti con tutti).

Traumi non ne ho avuti, di nessun genere. Però non sono nato così. Quindi nessuna delle due. Direi che il mio stile di vita, unito al fatto che vivo in un posto "fuori mano" e condito da timidezza (soprattutto con le donne) mi ha reso così.

Forse si potrebbe classificare il "aver perso terreno nei confronti dei coetanei" come schema disfunzionale. Probabilmente anche non aver mai esportato amicizie fuori dal contesto scolastico è da considerare un'errata interpretazione delle relazioni sociali, che ho realizzato solamente a studi terminati (durante non mi facevo patemi o mentale varie).

Ultima modifica di Gp6991; 17-05-2017 a 17:26.
Vecchio 17-05-2017, 17:27   #10
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Secondo me ci puo essere una predisposizione, poi nn è detto che se uno è predisposto puó venirgli na patologia, dipende dall ambiente poi se si sviluppa o meno.

E come chi è predisposto ad avere il cancro ai polmoni, se nn fuma con buona probabilita nn sviluppera mai la malattia, invece se fuma e altamente probabile che poi l abbia.
Vecchio 17-05-2017, 17:40   #11
Esperto
L'avatar di It's Me
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Premettendo che sono sempre stato molto timido e, fin da piccolo, avevo un odio per "il gruppo", penso che applicandomi un minimo sarei riuscito a combattere le mie difficoltà e avere una vita diversa. Con tante difficoltà, ma penso ce l'avrei fatta.
La scelta di chiudermi in un mondo tutto mio, l'ho fatta io e non posso dare la colpa a nessuno
Vecchio 17-05-2017, 17:46   #12
Esperto
L'avatar di Crystal
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Quote:
Originariamente inviata da It's Me Visualizza il messaggio
Premettendo che sono sempre stato molto timido e, fin da piccolo, avevo un odio per "il gruppo", penso che applicandomi un minimo sarei riuscito a combattere le mie difficoltà e avere una vita diversa. Con tante difficoltà, ma penso ce l'avrei fatta.
La scelta di chiudermi in un mondo tutto mio, l'ho fatta io e non posso dare la colpa a nessuno
Quindi la prima?
Oppure c'è stato qualcosa che non ti ha permesso di "applicarti", e che quindi ti ha tagliato le gambe?
Vecchio 17-05-2017, 18:05   #13
Esperto
L'avatar di Svalvolato
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Ci sono nato. Sono stato chiuso e intro fin da piccolo; la mia famiglia mi ha tenuto abbastanza sotto una campana di vetro, ma non mi impediva di uscire, però io fin dalle elementari sono stato solitario e geloso della mia privacy.
Vecchio 17-05-2017, 18:08   #14
Esperto
L'avatar di It's Me
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Quote:
Originariamente inviata da Crystal Visualizza il messaggio
Quindi la prima?
Oppure c'è stato qualcosa che non ti ha permesso di "applicarti", e che quindi ti ha tagliato le gambe?
Veramente ho votato la seconda
Scelte balorde che ho fatto: ho preferito le più classiche delle zone comfort, allo stare in compagnia. Solo ora stò cercando di uscirne (e grazie al forum).
Per dire...i miei mi portavano all'oratorio alle 14:00 la domenica pomeriggio (io andavo col magone), alle 15:00 andavo a casa di mia nonna a seguire la serie A.
Le possibilità per costruire un futuro diverso le avevo. Un passo alla volta, sarei riuscito a schiudermi
Vecchio 17-05-2017, 18:25   #15
Esperto
L'avatar di Dominic
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Quote:
Originariamente inviata da Crystal Visualizza il messaggio
Che non ti darò
Ma mi fà piacere se voti
E' un misto. Un 50% di colpa la do al mio aspetto non proprio piacevolissimo, quindi DNA. L'altro 50% a chi non hai mai fatto nulla per non farmelo pesare.
Vecchio 17-05-2017, 18:28   #16
Esperto
L'avatar di matriX85
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

La due ho votato, si perchè anche se ero fin da bambino un po' timido e introverso, ma a cui non dispiaceva frequentare i coetanei, quando capitava l'occasione, sopratutto nel periodo delle medie questa cosa si verificava un po' di piu, e dovevo comunque fare una faticona a convincere i miei genitori anche per uscire sottocasa, a fare due tiri al pallone.
Poi durante il periodo delle superiori, è aumentata in me la voglia di isolarmi e la paura di stare fuori, dovuta alla frequentazione di una scuola sbagliata, e la scelta di compagnie malsane, in un paese poi dove l'atteggiamento delle persone verso gli altri e molto ostile e diffidente, quindi sono sicuro che se fossi stato in un'altro ambiente sociale e familiare, sarei riuscito non dico a diventare un'estroversone, ma a fare quanto meno una vita normale da timido ma non da sociofobico.
Vecchio 17-05-2017, 18:35   #17
Esperto
L'avatar di Kaspar Almayer
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Beati quelli che hanno avuto genitori che gli permettevano di uscire e di frequentare i compagni di scuola...
Ringraziamenti da
matriX85 (18-05-2017)
Vecchio 17-05-2017, 18:39   #18
Esperto
L'avatar di Kaspar Almayer
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Ho votato la 2 perché in questo momento la penso così, ma magari domani cambio idea e dirò che lo sarei diventato comunque, anche in una grande città e con una situazione familiare migliore.
Sono confuso.
Vecchio 17-05-2017, 19:17   #19
Esperto
L'avatar di OhNo!
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

E' un concorso di fattori, credo. Fin dall'asilo ero molto solitario, non ho fatto amicizia con nessuno ed anche alle elementari non è stato facile integrarmi. Anche in altre occasioni ho dimostrato di non essere proprio portato a stare insieme alle altre persone, specialmente con i coetanei.
Poi, determinati tratti della mia educazione non mi hanno fatto bene, inutile negarlo.
Vecchio 17-05-2017, 19:28   #20
Esperto
L'avatar di redone
 

predefinito Re: Ci sei, o ci sei diventato?

Genitori,non perché non ci sia del mio, quando penso al passato,vedo quello che hanno fatto per mio fratello e quello che hanno fatto per me,come sono stata condizionata da loro,ecco perché oggi non ho un buon rapporto!
Ringraziamenti da
stellina0391 (17-05-2017)
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Ci sei, o ci sei diventato?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Cosa sono diventato? Semifobico Storie Personali 19 21-10-2016 20:26
Sono diventato vecchio. ndm SocioFobia Forum Generale 40 05-04-2016 23:22
Sono diventato inutile Strange Man SocioFobia Forum Generale 31 03-08-2014 11:38
L'impossibile diventato realtà... Stasüdedòs Amore e Amicizia 45 18-03-2012 19:34
Come sono diventato evitante BarbaZOO SocioFobia Forum Generale 15 06-05-2011 17:40



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 07:47.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2