FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale > Storie Personali
Rispondi
 
Vecchio 09-01-2017, 22:36   #1
Intermedio
L'avatar di Alakazam
 

predefinito Punto di rottura(famiglia): non mi vuole nessuno

La mia famiglia(cioè i miei genitori) è ad un passo dalla rottura, cioè dalla separazione. Sono giorni che c'è quest'aria e penso che ormai ci siamo. Il tutto in un contesto di caos, ignoranza alle stelle, ragioni insensate: grida da manicomio in dialetto strettissimo, atteggiamenti stupidi e ridicoli, comportamenti da uomini delle caverne, non so come ancora qualche vicino non abbia chiamato le autorità per il casino che fanno, forse si godono le scene assurde e si fanno qualche risata. In effetti fanno ridere anche me per le cacchiate che fanno, ma in verità c'è da piangere.

Ma il vero problema è che se la cosa si sviluppa(più che "se" è un "quando", ma ormai manca poco) nei fatti ciò si traduce che ognuno vivrà per conto suo e che nessuno dei due mi vuole. Oltre al fatto che mia madre non ha mai lavorato in vita sua, chissà come sopravviverà. Anzi, chissà come sopravviverò anche io.

Qualcuno ha già vissuto qualcosa del genere? In questo caso come funziona? Cosa posso fare se nessuno mi vuole a casa loro, premettendo che non ho ne 15 anni e neanche 22...sto arrivando alla soglia dei 30.

Mi vengono in mente come soluzioni...un unico parente che magari mi accoglie...oppure? Faccio il barbone? Nel paesino dove abito io non ci sono barboni, ne persone che chiedono l'elemosina.

No quote, please.
Vecchio 09-01-2017, 22:58   #2
Principiante
L'avatar di SamueleMitomane
 

predefinito Re: Punto di rottura(famiglia): non mi vuole nessuno

Un clima del genere lo conosco bene, ma lontano dal punto di rottura.
Davvero credi che qualora i tuoi si separassero, non ti farebbero vivere in casa loro? penso nessuno voglia un figlio in mezzo alla strada.
Nel caso, l'idea di farti ospitare da un parente sarebbe l'ideale, così facendo te ne esci anche da un contesto familiare chiaramente molto problematico e dannoso.
Vecchio 09-01-2017, 23:06   #3
Esperto
L'avatar di JericoRose
 

predefinito Re: Punto di rottura(famiglia): non mi vuole nessuno

Mi dispiace, comprendo la tua situazione ma non credo che i tuoi genitori ti lascerebbero per strada, suppongo uno dei due rimarrà nella casa dove abitate già, tu rimarrai li, non vedo perchè debbano mandarti via solo perchè ora si dividono. I miei si sono divisi ma mio fratello continua a vivere con mia madre. Nel caso estremo ti chiedano di andar via potresti per il momento andare a stare da quel tuo parente e poi vedere di trovarti una tua sistemazione.
Ringraziamenti da
Alakazam (11-01-2017)
Vecchio 10-01-2017, 09:26   #4
Esperto
L'avatar di DownwardSpiral2
 

predefinito Re: Punto di rottura(famiglia): non mi vuole nessuno

Sto vivendo una situazione simile alla tua sotto certi aspetti, faccio la spola tra due case (l'ho già fatto per 10 anni cambiando casa ogni settimana o ogni due al massimo),ma ora la mancanza di sopportazione reciproca rende la convivenza impossibile oltre le 2-3 settimane continuative (quando inizia a palesarsi in tutto il suo splendore tutta la disfunzionalità della mia famiglia). Non conosco la tua situazione ma andare a vivere da solo è probabilmente la cosa migliore che puoi fare per te!
Ringraziamenti da
Alakazam (11-01-2017), Claire86 (13-01-2017)
Vecchio 11-01-2017, 23:02   #5
Intermedio
L'avatar di Alakazam
 

predefinito Re: Punto di rottura(famiglia): non mi vuole nessuno

Quote:
Originariamente inviata da JericoRose Visualizza il messaggio
Mi dispiace, comprendo la tua situazione ma non credo che i tuoi genitori ti lascerebbero per strada, suppongo uno dei due rimarrà nella casa dove abitate già, tu rimarrai li, non vedo perchè debbano mandarti via solo perchè ora si dividono. I miei si sono divisi ma mio fratello continua a vivere con mia madre. Nel caso estremo ti chiedano di andar via potresti per il momento andare a stare da quel tuo parente e poi vedere di trovarti una tua sistemazione.
Il problema sarebbe appunto chiedere al parente...chissà...senza considerare che si trova in un altra città.

Quote:
Originariamente inviata da DownwardSpiral2 Visualizza il messaggio
Sto vivendo una situazione simile alla tua sotto certi aspetti, faccio la spola tra due case (l'ho già fatto per 10 anni cambiando casa ogni settimana o ogni due al massimo),ma ora la mancanza di sopportazione reciproca rende la convivenza impossibile oltre le 2-3 settimane continuative (quando inizia a palesarsi in tutto il suo splendore tutta la disfunzionalità della mia famiglia). Non conosco la tua situazione ma andare a vivere da solo è probabilmente la cosa migliore che puoi fare per te!
Per andare a vivere da solo mi servirebbe un indipendenza economica che non ho...ma lo farei volentieri.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Punto di rottura(famiglia): non mi vuole nessuno
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Messaggio spontaneo senza senso che non vuole aiutare concretamente nessuno Keaton Depressione Forum 14 06-05-2016 19:43
Voglio andare in vacanza, ma nessuno vuole venire, cosa fare? Heisenberg Off Topic Generale 25 06-08-2015 18:48
Quando non ti vuole proprio nessuno electricfuneral SocioFobia Forum Generale 26 06-07-2011 18:59



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 15:53.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2